BIO-NUTRIZIONE ALIMENTARE NATURALE COSA VUOL DIRE NUTRIRSI

logoagbio-copy

Ci sono molte cose che dovremmo rivedere nella nostra alimentazione, ma la prima e la più importante è il concetto che dobbiamo “mangiare per vivere”, intendendo con questo che dobbiamo avere sempre presente che gli alimenti pur piacevoli, devono prima di tutto soddisfare il bisogno di nutrirci.

Il termine “nutriente” ha un vasto significato che riguarda molti aspetti.
A questo proposito dobbiamo porci alcune domande:
-qual è lo scopo del nutrimento?
-cos’è il nutrimento?
-cosa vuol dire “assimilare”?
-che cosa sto assimilando?

Per trovare le risposte dobbiamo conoscere la nostra costituzione e sapere cosa avviene quando assorbiamo sostanze ed energie nella nostra struttura molecolare ed energetica.

Il nutrimento è legame tra noi e la natura, poiché noi costruiamo continuamente il nostro corpo con gli alimenti, che sono indispensabili alla vita in quanto forniscono all’organismole forze che gli sono necessarie, nonché le sostanze che servono per il rinnovamento continuo di cellule e la riparazione di tessuti danneggiati. Il nostro corpo accetta più o meno tutto ciò che gli viene dato, prende da questo le sostanze che gli servono ed elimina il residuo inutile.

Se noi impariamo a conoscere le esigenze del nostro fisico e gli diamo tutto il nutrimento di cui ha bisogno, sia come ” qualita’ ” che come quantita’, evitiamo il rischio di provocargli danni o accumuli di sostanze dannose che non riesce più a smaltire (tossine, ecc.).

E ‘ sempre più facile trovare cibi accattivanti, che in realtà ingannano la fame, più che nutrire il corpo, alimenti che non hanno più niente di “vivo e vitale ” e quindi non possono trasmette una vita che non hanno.
Il nostro corpo contiene quantità diverse degli elementi che costituiscono la terra e la fisica moderna afferma che la materia è energia, ne è la manifestazione concreta, cioè la materia fa da supporto all’ energia e a sua volta l’energia struttura la materia.

Sono stati compiuti vari studi in fisica quantistica sull’energia vitale e si è trovato, tra l’altro, che gli alimenti naturali, in base a qualità e freschezza, si possono classificare in quattro gruppi:
-Alimenti di qualità superiore, che hanno un alto indice di radiazioni vitali (fra i 6.500 e 10.000 unità di misura) e che sono : frutta naturale fresca e matura, verdure naturali fresche, cereali integrali naturali (farro, riso, miglio, orzo, grano saraceno, ecc.), frutti oleosi, pesce fresco, crostacei, uova di giornata, burro molto fresco, formaggi freschi.

-Alimenti di sostegno con radiovitalità tra i 3.000 e 6.500 unità di misura, che sono: verdure lesse, zucchero di canna integrale, miele integralenaturale,vino, latte fresco.
-Alimenti inferiori,con radiovitalità sotto 3.000 unitàdi misura e che sono: insaccati, carne cotta, latte bollito, uova con più di 15 giorni,caffé, tè, cioccolato, caramelle, formaggi fermentati, pane bianco.
-Alimenti morti, privi di radiazioni vitali rilevabili, e che sono: grassi vegetali e margarine, conserve, alcol, zucchero bianco, farine bianche.

Le conclusioni di questo studio evidenziano che:
– gli alimenti di qualità superiore sono i più sani in quanto contengono più vitamine e minerali e sono più nutrienti.
– le proprietà degli alimenti vengono alterate, se non distrutte, da alcuni procedimenti, quali la cottura, mentre la cottura a vapore, per esempio non ha questi effetti.
– in alcuni casi la vitalità rimane fino a che gli alimenti sono freschissimi.
– la disidratazione in alcuni casi danneggia meno gli alimenti rispetto alla pastorizzazione.
– gli alimenti del terzo gruppo, privi di vitamine sono inaccettabili per l’organismo.
– gli alimenti del quarto gruppo non nutrono e in alcuni casi intossicano.

La vita di un essere umano incomincia con la fecondazione. In quel momento inizia una vertiginosa moltiplicazione e crescita di cellule che formano tessuti e organi sempre più specializzati e con funzioni sempre più perfette. Tutto questo meccanismo ha bisogno di nutrimento, in quanto ogni cellula funziona come un organismo: si nutre, trasforma, utilizza, espelle, si riproduce e muore.
L’armonia di tutto questo si chiama benessere fisico Per una corretta alimentazione sono indispensabili materie prime sane e pienamente vitali.
Queste si ottengono con le coltivazioni che seguono metodi naturali e biodinamici.
Problemi di ritmi di lavoro, di conservazione dei cibi, della grande produzione, spesso semplificano la vita oggi, ma al tempo stesso creano le premesse per problemi del futuro.
Spesso la parte migliore e più vitale degli alimenti viene gettata; quando ci si accorge che questo ha creato delle carenze, si interviene con qualche rimedio, che non è genuino e che non ha più né l’integrità né l’equilibrio vitale originario.
Nei cereali tutte le parti hanno una composizione comune di proteine, grassi, carboidrati e minerali, che è in perfetta armonia con l’organismo umano.Farine che non rispettano i principi naturali non possono essere digerite perfettamente, così nell’organismo si creano depositi che possono provocare problemi fisici.
Con la fotosintesi, nelle piante si trasforma l’energia luminosa (biofotoni)in energia chimicavivente, sostanze inorganiche e prive di energia, quali anidride carbonica, acqua e minerali, in composti organici e ricchi di energia, quali proteine, grassi, zuccheri e ossigeno, questo processo porta a dei risultati superiori solo se le coltivazioni sono eseguite con metodi naturali e biodinamici.

Vitalità e alimentazione

Consigli alimentari:
E’ consigliabile non consumare amidi ( pane, pasta, cereali, ecc.) e proteine (carne, uova, formaggi, ecc.) durante lo stesso pasto.
Le diverse qualità di cibo vi si scontrano perché gli amidi non si mescolano armoniosamente alle proteine, nello stomaco si instaura una reazione chimica che produce gas intestinali e sofferenza fisica.
E’ consigliabile iniziare i pasti con un piatto di verdure fresche essendo queste un alimento ³PRIMARIO² cioè subito riconoscibile dal corpo umano e in grado di attivare principi enzimatici.
E’ consigliabile bere acqua con residuo fisso basso e ph neutro possibilmente prima dei pasti e non durante e dopo.
E’ consigliabile utilizzare cibi integrali naturali in quanto sono più ricchi di fibre, (aiutano i movimenti intestinali) vitamine e Sali minerali.
E’ consigliabile mangiare frutta fresca naturale lontano dai pasti, metà mattino, metà pomeriggio.
Bisogna preparare i cibi nel rispetto degli equilibri biologici e dei valori nutritivi di ogni prodotto.Certo questo modo di procedere è un po’ faticoso e laborioso, ma i vantaggi che ne derivano ci danno benessere a lungo termine.

Per una corretta alimentazione si consiglia di fare 3 pasti al giorno più 2 spuntini:
* colazione
* spuntino
* pranzo
* spuntino
* cena

NUTRIMENTI E ALIMENTI
– I Carboidrati, sono composti in parte da amido e glicogeno e in parte da zuccheri, quali saccarosio, fruttosio e lattosio. Il glucosio è l’alimento primario delle nostre cellule e l’unico delle cellule nervose.
La digestione degli amidi inizia in bocca, per questo è importante masticare bene e dare il tempo di assorbire una quantità sufficiente di saliva agli alimenti: se si beve durante i pasti, l’acqua diluisce i succhi digestivi rendendo la digestione più difficile e favorendo la fermentazione.
– I Lipidi, contengono energia e vengono utilizzati dall’organismo in mancanza di carboidrati. Alcuni servono anche a veicolare certe vitamine. Possono essere di due tipi:
Grassi animali: panna, burro, strutto e i grassi invisibili, presenti in altre sostanze di origine animale, quali carni, formaggi, uova, latte; Grassi vegetali: ricavati dalle olive o da semi vari.
– Le Proteine, contengono carbonio, idrogeno e ossigeno come i carboidrati e i grassi, ma in più hanno anche l’azoto. Essi forniscono gli aminoacidi necessari per la produzione e il nutrimento delle cellule umane e del nucleo cellulare
– Le Vitamine, sono sostanze organiche, indispensabili per la vita degli organismi animali, che si distruggono facilmente.Gli esseri umani non sono in grado di elaborarle e la loro carenza porta gravi conseguenze, in certi casi anche letali.
Le vitamine non hanno calorie e agiscono positivamente anche in quantità minime.
– Sali Minerali o Oligoelementi, erano considerati delle impurità, mentre oggi si sa che sono indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo. Tutto questi elementi hanno la funzione di catalizzatori, di attivatori di reazioni chimiche.

NUTRIZIONE E BENESSERE OGGI

LA DIETA
Si è abituati a pensare che dieta sia sinonimo di privazione e sacrificio.
Nel suo vero significato, è invece, scelta di un riequilibrio volto al raggiungimento di benessere e riduzione di ansie e tensioni. Le diete miracolose sono quanto di più distante dalla scienza e dal buon senso si possa immaginare.
La reale efficacia di un programma dietetico deve essere valutato non tanto e non solo in termini di chili persi, quanto nella sua capacità di cambiare senza traumi . le abitudini alimentari e fisiche del paziente e di introdurre comportamenti stabili di controllo del peso e del suo benessere. La dieta deve essere sempre personalizzata; deve tenere conto di innumerevoli fattori quali sesso, età, composizione corporea, il tipo di attività sportiva, attività lavorativa, gusti e abitudini alimentari, eventuali patologie, stati fisiologici e altri possibili parametri.

EDUCAZIONE ALIMENTARE

Nutrirsi correttamente significa alimentarsi in modo equilibrato; per far ciò occorre riscoprire la natura con i suoi cicli stagionali e il proprio corpo con i suoi bioritmi.
Le basi della salute sono dentro di noi. Tuttavia non sempre ci ricordiamo di prestare la dovuta attenzione a certi segnali fisici, a certi piccoli disagi che contribuiscono a uno stato di malessere.
Le patologie più comuni derivano spesso da un’ alimentazione sbagliata; quello che mangiamo non riesce a soddisfare le reali necessità del nostro organismo.
Non teniamo in giusta considerazione il potere curativo del cibo determinato da particolari componenti bio-attivi presenti in alcuni alimenti.

Mangiamo prodotti sottoposti a trattamenti chimici e fisici, ricchi di aromi sintetici e esaltatori del gusto; ci troviamo di fronte a un appiattimento del cibo.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: